Attraverso l’Italia con la Genova-Palermo

La bella manifestazione si è svolta dal 28 aprile al 6 maggio prevalentemente sulla dorsale appenninica, e ha permesso a numerosi motociclisti di vivere un’esperienza di viaggio unica.

Eccoli lì! Tutti pronti e carichi per vivere, sotto il nome di “Unni” o “Gladiatori” (a seconda se iscritti ad una o a tutte le tappe) questo evento motociclistico entusiasmante e coinvolgente. L’Italia attraversata da Nord a Sud appare sempre più bella lungo i 2.500 chilometri di queste strade da sogno. Percorrerle in compagnia poi non ha prezzo! Se ci si aggiunge anche quel pizzico (ma proprio un pizzico) di competitività per conquistarsi i titoli di “Centurione” o “Legionario” ad ogni waypoint prestabilito, ecco il gioco è fatto. Il Team di Daniele Alessandrini e di Motolampeggio ha organizzato le cose per bene con i punti di ristoro, i pernotti, le cose da vedere (forse un po’ di fretta per le innumerevoli bellezze italiane disseminate ad ogni angolo!). Comunque sia anche, questa edizione della GENOVA-PALERMO ha chiuso i battenti e già si pensa all’edizione 2018 con ancora più divertimento.

Mototurismo è stato ospite della manifestazione con una partecipante d’eccezione: la nostra Miriam Orlandi, viaggiatrice di grande esperienza. Miriam si è divertita in questo viaggio; abituata a grandi distanze e lunghe traversate (leggendario il suo viaggio in solitaria dall’Argentina all’Alaska) avrebbe voluto sostare ad ogni paesino fermandosi a chiacchierare con la gente del posto come sua abitudine. Ma anche la Genova-Palermo ha i suoi tempi e la voglia di arrivare in Sicilia ha infine contagiato anche lei. Miriam, abituata a viaggiare sola, era un po’ spaventata all’idea di condividere con un gruppo l’intero viaggio. Ma l’autorevolezza, l’allegria del team organizzativo e del suo boss l’aveva rasserenata e convinta a vivere con entusiasmo questa “avventura”. “Amo le strade statali, i paesini e la gente” ci confessa Miriam, “e dopo questa esperienza la voglia di ripartire verso nuovi percorsi per il mondo è aumentata a dismisura”. In fondo la Genova-Palermo ha raggiunto il suo scopo: divertire viaggiando, far scoprire quei luoghi minori che altrimenti difficilmente diventano tappe turistiche.
Le strade d’Italia sono un patrimonio paesaggistico che la moto è in grado di valorizzare. Lungo tutto il tracciato di questa manifestazione ne abbiamo avuto ulteriore conferma.
www.genovapalermo.it

Foto di Miriam Orlandi
(www.ioparto.eu)