Connect with us

Hi, what are you looking for?

Senza categoria

A tutta birra in Germania: itinerari nella patria del luppolo

L’Ente Nazionale Germanico per il Turismo presenta gli itinerari migliori nella patria della birra. Tutti i consigli per una vacanza originale

Novantacinque litri. È la quantità di birra pro capite consumata in Germania. Se non basta questo dato per convincervi dell’elevata qualità della bevanda nazionale tedesca vi dirò di più. Viene prodotta secondo il Reinheitsgebot. È la legge nazionale sui generi alimentari più antica del mondo, era il 1516 quando fu promulgata a Ingolstadt. Da allora, affiancata (nel 1992) dalle leggi UE, detta i canoni per la produzione della bevanda simbolo della Germania. La regola madre? Utilizzare solo acqua, orzo e luppolo.

Oggi può sembrare scontato, ma ai tempi delle carestie il malto d’orzo non sempre era disponibile. Era obbligatorio dare la precedenza alla panificazione, facendo diventare un lusso tutto il resto. Il luppolo non serviva come aroma, era il conservante più sano a disposizione.

Se con la moto sul cavalletto, e la prospettiva di una bella dormita, amate rilassarvi davanti a un boccale di birra vi diamo qualche spunto. Assaggerete i prodotti migliori fra paesaggi caratteristici e pillole di storia di questa bevanda.

Nella patria del luppolo

Kaiserstuhl, Schwarzwald, Baden-Württemberg, Deutschland

La terra del luppolo è la regione bavarese dell’Hallertau. Da non perdere per chi si trova in zona: il Museo Nazionale Tedesco del Luppolo a Wolnzach e il Tour cicloturistico del Luppolo (170 km): un percorso circolare per le due ruote adatto anche alle famiglie. Conduce attraverso le valli dei fiumi Abens, Ilm e i luppoleti della regione.

Non distante si trova anche l’abbazia benedettina Kloster Weltenburg, famosa non solo per la sua spettacolare posizione in riva al Danubio e per la sua sfarzosa chiesa barocca, ma anche per le sue ottime birre scure prodotte in quello che viene considerato il birrificio monastico più antico del mondo.

Sempre in Baviera si trova un’altra regione di luppoleti, molto più piccola ma altrettanto famosa. Spalt, con le sue coltivazioni di pregiato luppolo aromatico, vanta il primo sigillo di qualità mai concesso a una varietà di luppolo (Spalt Spalter, 1538), oltre all’ultimo birrificio comunale tedesco e allo straordinario museo interattivo HopfenBierGut con birrificio-laboratorio. A Kulmbach, invece, si produce una delle birre più forti del mondo: la Kulmbacher Eisbock (gradazione alcolica: 9,2%). È una specialità della tradizionale Altstadtfest di fine di luglio. Il birrificio comprende anche un museo unico nel suo genere, il Bayerisches Biermuseum, che narra la storia e la cultura della birra. Tremila metri quadrati di sale multimediali e interattive ricche di reperti straordinari.

Non solo Oktoberfest

Tantissime feste della birra animano il paese durante tutto l’anno. Fra le più antiche e amate della Germania in calendario nei prossimi mesi ci sono: l’Oktoberfest di Monaco di Baviera (Wiesn, 16/09-03/10/23), la Cannstatter Volksfest di Stoccarda (Wasen, 22/09-08/10/23 e, nell’edizione primaverile, 20/04-12/05/24), la Freimarkt di Brema (13-29/10/23), la Volksfest di Norimberga (25/08-10/09/23 e in versione primaverile 30/03-14/04/24), la Domfest di Amburgo (10/11-10/12/23 e in primavera 22/03-21/04/24) e l’Allerheiligenkirmes di Soest (08-12/11/23).

Gli itinerari migliori

Non mancano, naturalmente, gli itinerari tematici, ciclabili o escursionistici nei paesaggi della birra, fra borghi storici, birrifici secolari e tantissime curiosità. La Strada delle Birre di Franconia (Fränkische Bierstraße), nella regione settentrionale della Baviera, unisce oltre 260 birrifici e 600 birrerie. Offre una cinquantina di tour escursionistici più o meno lunghi. Spiccano: la Ciclabile della Birra nella suggestiva regione della Röhn (Rhön Bierradweg, 140 km) e la Strada della Birra e dei Castelli (Bier- und Burgenstraße, 500 km) da Passavia a Bad Frankenhaus. Un itinerario che conduce dalla Baviera alla Turingia fra castelli, rocche, palazzi, birrifici e tantissime curiosità da scoprire.

www.guenterstandl.de

Da Bamberga, culla della birra affumicata, parte un percorso di circa 200 chilometri fino a Straubing, patria della Gäuboden Volksfest: la festa della birra più grande della Baviera dopo l’Oktoberfest (ogni anno ad agosto). Da qui si può poi proseguire per un centinaio di chilometri in direzione di Monaco, fino a Freising, dove si trova uno dei birrifici più antichi del mondo in assoluto: il Bayerische Staatsbrauerei Weihenstephan. È ancora attivo e modernissimo,  ospita anche il Centro di Ricerca BLQ per la qualità della birra e degli alimenti. È uno dei centri d’eccellenza del Politecnico di Monaco di Baviera.

Trovate altri dettagli sul sito dell’Ente Nazionale Germanico per il Turismo (DZT, Deutsche Zentrale für Tourismus) con German Beer: A Drinking Tradition.

Potrebbe piacerti anche

News

Si è conclusa qualche giorno fa l’edizione 2017 del Salone delle Moto di Milano, meglio conosciuto come EICMA. Data l’importanza internazionale dell’evento, tante sono...

Moto

Ecco i due nuovi modelli di Kove per l'adventuring in fuoristrada.

Magazine

X-Cape e Scrambler, le due Moto Morini sono perfette per l'itinerario

Magazine

ITINERARI E MERAVIGLIE IN SELANDIA Mare, isole e strade eccezionali tutte da scoprire in una vacanza in Danimarca. Un Paese che saprà sorprendere: splendide...

Magazine

Dall’Appennino abruzzese al mare, in un saliscendi di emozioni. Sono state le parole del poeta inglese William Wordsworth ad ispirarci, a spingerci ad ascoltare...