Connect with us

Hi, what are you looking for?

Abbigliamento

G-Warm 3, i guanti T.ur contro l’inverno

Ecco la risposta di T.ur all’inverno. I guanti G-Warm 3 entrano in gioco quando le condizioni si fanno estreme e la sicurezza e il comfort diventano ancora più importanti. Vediamo come sono fatti

Una volta si diceva che il vero motociclista non si ferma neanche d’inverno. Le chiacchiere dei centauri più navigati proponevano soluzioni artigianali e, ovviamente, infallibili … dalle pagine dei giornali infilate sotto al cappotto fino alla pellicola “Domopak” per avvolgere piedi e mani. Con il tempo la tecnologia ci ha regalato l’abbigliamento tecnico, quindi maggiore protezione e efficacia. Oggi abbiamo un capo specifico, impermeabile e riscaldato, quasi per ogni parte del corpo esposta alle intemperie. La novità di T.ur per il 2024 si chiama G-Warm 3. Stiamo parlando di un guanto costruito con il meglio della tecnologia disponibile e riscaldato elettricamente. I guanti G-Warm 3 sono impermeabili e traspiranti. La loro missione è diventare i migliori alleati di tutti i piloti che viaggiano nei giorni più freddi. A proposito di piloti, Jacopo Cerutti (ambassador T.ur) parteciperà all’Africa Eco Race 2024 proprio calzando i G-Warm 3. Lo aiuteranno, durante la competizione, a gestire il freddo dell’alba nel deserto.

La tecnica

G-Warm 3 è realizzato in vera pelle, SUPERFABRIC e tessuto elasticizzato. La membrana fissa traspirante HYDROSCUD, posizionata all’interno, promettere di tenere alla larga neve e pioggia per molte ore. Il valore aggiunto di questo sistema è la capacità di espellere l’umidità interna, mantenendo asciutte e calde le mani. In condizioni meno estreme, quando il riscaldamento elettrico sarebbe eccessivo, gli strati di pile e micropile pensano a mantenere il tepore.

Riscaldati elettricamente

Il meglio dell’offerta di G-Warm 3 è POWERIZED. Si tratta di un sistema di riscaldamento attivo su tre zone indipendenti: palmo della mano, dorso e dita. Le tre aree sono autonome tra loro, ma possono lavorare contemporaneamente per arrivare a riscaldare anche la punta delle dita. Il cuore di POWERIZED è composto da batterie a 12 volt. Trovano posto nel polsino lungo del guanto e garantiscono da 2 a 6 ore di autonomia. A fare la differenza sulla durata è l’intensità di utilizzo.

La sicurezza

Nocche in Poliuretano termoformato, materiale “shock–absorber” con inserti in poliuretano su lato del palmo e dita e rinforzi in pelle sul palmo. La dotazione di sicurezza su cui può contare G-Warm 3 è completa. L’obiettivo è garantire la massima resistenza a urti e abrasioni, anche nel malaugurato caso di una caduta in marcia. I guanti G-Warm 3 sono già disponibili sul sito di T.ur e presso i rivenditori autorizzati. Le taglie coprono le misure dalla S alla 3XL e il prezzo è di 299 euro. Nel kit sono comprese le batterie e il caricabatterie.

Se siete mototuristi inarrestabili, e se nemmeno la neve vi spaventa, questi guanti rappresentano un valido aiuto contro il freddo intenso. Le mani sono fra le parti più esposte alle intemperie e difficili da riscaldare, ma allo stesso tempo sono le prime a impattare con il suolo quando le cose vanno male … la soluzione di T.ur promette di essere efficace anche quando la sorte deciderà di giocarci un brutto scherzo. Qualunque soluzione sceglierete per proteggervi, ricordate di eliminare il risparmio dai criteri scelta. Quando si parla di sicurezza l’economia non è mai una buona scelta.

Potrebbe piacerti anche

News

Si è conclusa qualche giorno fa l’edizione 2017 del Salone delle Moto di Milano, meglio conosciuto come EICMA. Data l’importanza internazionale dell’evento, tante sono...

Moto

Ecco i due nuovi modelli di Kove per l'adventuring in fuoristrada.

Magazine

ITINERARI E MERAVIGLIE IN SELANDIA Mare, isole e strade eccezionali tutte da scoprire in una vacanza in Danimarca. Un Paese che saprà sorprendere: splendide...

Accessori

Tutto quello che serve sapere sulle luci della moto per viaggiare sicuri. Dalla manutenzione ordinaria alla scelta dei faretti aggiuntivi

Magazine

X-Cape e Scrambler, le due Moto Morini sono perfette per l'itinerario